Bere Coca-Cola fa bene, quantomeno all’ambiente

Partito a inizi dicembre il progetto UpCycle da parte della The Coca-Cola Company volta a sensibilizzare gli studenti sull’economia circolare e sull’uso responsabile delle risorse del pianeta.

L’iniziativa realizzata in partnership con CivicaMente, società specializzata nell’uso della tecnologia digitale per l’Educazione e la Formazione, vede la collaborazione di Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi), CoReVe (Consorzio per il riciclo del vetro), CIAL (Consorzio Nazionale Imballaggi Alluminio) e Corepla (Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclo e il Recupero degli Imballaggi in Plastica) e premierà sia gli studenti più preparati con notebook e tablet, sia le loro scuole con delle lavagne interattive LIM di ultima generazione.

Da anni – specifica Pierini Direttore Relazioni Istituzionali e Comunicazione di Coca-Cola HBC Italiacerchiamo di fornire ai giovani contenuti utili e coerenti con il nostro ruolo nella Comunità: con il progetto #YouthEmpowered abbiamo coinvolto oltre 70.000 ragazzi in workshop e percorsi formativi che li avvicinassero al mercato del lavoro.

Adesso, con Upcycle in digitale offriamo ai ragazzi un approfondimento stimolante su un tema centrale come quello della sostenibilità, sul quale siamo già impegnati a livello industriale ma al quale tutti possono contribuire: in questo periodo di didattica a distanza forzata ci sembra utile offrire un’opportunità in più a docenti e studenti, con il prezioso supporto di CivicaMente e il contributo dei consorzi”.