Digiuno per i diritti dei detenuti, garante Ciambriello: “Ascoltateci o sarà disastro”

Napoli, 19 dicembre – Prevista per oggi la manifestazione per la tutela dei detenuti organizzata dal rispettivo garante campano, professor Gabriele Ciambriello, e la pastorale carceraria della diocesi nella figura di don Franco Esposito.

Nel rispetto delle normative vigenti in materia di coronavirus, vi sarà il presidio dinanzi al carcere di Poggioreale dalle ore 11 alle 15, in cui verranno spiegati i motivi della manifestazione che prevede un giorno di digiuno simbolico al fine di richiedere la riduzione del numero dei detenuti.

Hanno risposto al nostro appello centinaia di persone, con storie e visioni del mondo diverse, ma tutti insieme per gridare forte che non si può più perdere tempo, che c’è bisogno di intervenire perché la detenzione equivale ad una pena di morte. Verrà poi ad ascoltare le nostre ragioni il Ministro Enzo Amendola.

prof. Samuele Ciambiello

L’auspicio è diminuire tempestivamente il sovraffollamento: la situazione dei detenuti, al tempo del coronavirus, sta diventando insostenibili, e il silenzio delle istituzioni in materia di diritti umani dei detenuti inizia a divenire assordante.