Inserimento Mercati Esteri, altro bando Simest con Fondo Perduto per le PMI

Nell’ottica di agevolare quelle pmi con obiettivi di espansione all’estero, Sace – Simest prevede ulteriori interessanti misure, una di queste è denominata: Inserimento Mercati Esteri.

Precedentemente avevamo già visto come fossero inquadrati i bandi della società di Cassa Depositi e Prestiti, Simest, la quale da tempo gestisce il fondo per l’internazionalizzazione denominato Fondo 394/81.

Oggi andiamo nel dettaglio della misura in oggetto.

Simest – Programmi di inserimento nei mercati esteri

Beneficiari:

tutte le imprese,

  • con sede legale in Italia;
  • in forma singola o aggregata;
  • con almeno due bilanci approvati e depositati.
  • Sono esclusi i seguenti settori di attività: Sezione A – Agricoltura, Silvicoltura e Pesca; Sezione C – Attività manifatturiere limitatamente alle classi 10.11 e 10.12.

Attività Ammissibili

  • lancio e diffusione di nuovi prodotti e servizi;
  • acquisizione di nuovi mercati per prodotti e servizi già esistenti, attraverso
    l’apertura di strutture per la presenza stabile nei mercati di riferimento; “Rete di
    distribuzione”: insieme di più strutture della stessa tipologia per la vendita dei
    prodotti e/o servizi con sistemi centralizzati di gestione, metodi comuni e
    pratiche commerciali standardizzate;

Deve riguardare un solo Paese di destinazione e massimo due Paesi target per lo
sviluppo nella stessa area geografica (Paesi in cui sostenere solo spese per attività
promozionali e relativi viaggi del personale che svolge la propria attività in via
esclusiva all’estero).

Spese Ammissibili

  • spese di funzionamento della struttura;
  • spese per attività promozionali.

Fino a 3 uffici, uno showroom, un magazzino, un negozio, un corner e fino a 3 centri di
assistenza post vendita. L’apertura di tali strutture, risultante dal contratto di
locazione/acquisto, non può essere antecedente i 12 mesi alla data di presentazione della
richiesta di finanziamento.

Il magazzino e un centro di assistenza post vendita sono finanziabili anche se ubicati in
Italia purché strettamente funzionali alla realizzazione del programma all’estero. Il costo di tali strutture (locali, allestimento e gestione) non deve superare il 30% delle spese di cui al punto 1 della scheda programma.

L’impresa può richiedere motivate variazioni del programma fino a 3 mesi prima della
scadenza del periodo di realizzazione dello stesso.

Potenziamento delle strutture già presenti

Nel caso di imprese già presenti con proprie strutture nel Paese di destinazione, sono
ammessi programmi di potenziamento delle strutture esistenti secondo le i modi di seguito riportate.

Nuova struttura quale Magazzino Negozio Corner Showroom; in sostituzione di struttura della stessa tipologia. Oppure in aggiunta a struttura di diversa tipologia.
Uffici o Centri di assistenza post vendita; in aggiunta o in sostituzione di strutture di qualsiasi tipologia, fino al numero massimo di strutture finanziabili.

Il numero massimo di uffici e centri di assistenza post vendita finanziabili è pari a tre per ciascuna tipologia.

Il magazzino e un centro di assistenza post vendita sono finanziabili in caso di potenziamento anche se ubicati in Italia purché strettamente funzionali alla realizzazione del programma all’estero. Il costo di tali strutture (locali, allestimento e gestione) non deve superare il 30% delle spese del programma.

Agevolazioni

Finanziamento agevolato:

  • 100% del capitale richiesto
  • 50% fondo perduto
  • minimo 50.000 euro
  • massimo 4.000.000 di euro (max 25% dei ricavi medi degli utlimi due esercizi).

Caratteristiche generali del finanziamento:

  • Tasso di interesse fisso per tutta la durata del finanziamento e pari al 10% del tasso di riferimento di cui alla normativa comunitaria (con limite a zero).
  • Anticipo: entro 30 giorni dalla stipula del contratto, fino ad un massimo del 50% dell’importo del finanziamento concesso.
  • Durata complessiva: La durata complessiva del finanziamento è di 6 anni, di cui 2 di preammortamento e 4 di ammortamento, a decorrere dalla Data di Perfezionamento.

Fino al 31 giugno 2021 (salvo proroghe) è possibile chiedere l’esenzione delle
garanzie; la richiesta deve essere fatta in fase di compilazione della domanda tramite
l’indicazione in uno dei box descrittivi oppure, tramite pec successivamente all’invio. L’esenzione comporta un aumento del beneficio in termini di “de minimis”.

Scadenza: fino ad esaurimento fondi (1,1 miliardi di euro per il biennio 2021 – 2022). Nel 2020 € 180 milioni esaurirono in 2 mesi, da agosto al 21 ottobre

Adempimenti: Rendicontazione puntuale delle spese sostenute sottoscritta digitalmente dal legale rappresentante, utilizzando il portale di SIMEST. Relazione finale firmata dal
rappresentante legale dell’impresa sull’attività svolta nell’ambito del programma e sui risultati promozionali conseguiti. Dichiarazione su inerenza spese forfettarie con il programma e descrizione della destinazione.

Altre informazioni: L’impresa può presentare più domande di finanziamento, anche contemporaneamente, ma ogni domanda deve riguardare uno studio da realizzare in un solo Paese.

Per la Scheda Programma, ovvero come redigere la domanda di agevolazione, scrivere a: ilpiantagranemagazione@gmail.com

in alternativa

Telefonare (lun – ven dalle ore 09:00 alle ore 18:00) al +393392744842, oppure lasciare messaggio whatsapp indicando nome e azienda.

Pubblicato da Emanuele Vecchi

Ciclismo dagli 8 ai 18 anni; Ufficiale Esercito Italiano per 3 anni, con grado di Tenente (Capitano Riservista); Assistente Turistico per noto Tour Operator; Collaborazioni da pubblicista con giornali locali (Marche); Competenze Professionali: 'Personale e Organizzazione - Relazioni Industriali', Controllo di Gestione, Commerciale e Coordinamento Rete Vendita Indiretta, Consulente Aziendale in Finanza Agevolata, Bandi e Contributi Pubblici, Organizzazione Reti Commerciali ed Export. Master 2° livello in Marketing. Spagnolo "Avanzado" C1, Inglese "Upper Intermediate" B2; Corso da Sommelier 1° livello (base).

Il Piantagrane Magazine© è un progetto editoriale d'opinionismo generalista che disserta su ciò che vi pare e piace con un unico scopo: essere zona franca del lettore contro la banalità della noia per analizzare spaccati di realtà politicamente scorretti. Se volete altro, attivatevi gli RSS delle agenzie stampa.

È concessa qualsivoglia riproduzione contenutistica previa citazione de Il Piantagrane Magazine© (www.ilpiantagrane.com).

Le foto presenti su Il Piantagrane Magazine© potrebbero esser state prese da internet e pertanto valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione scrivendo a ilpiantagranemagazine@gmail.com.

Per il resto, vivi e lascia vivere ché qua chi male vive, male muore.