“Mi chiamo Benito: dovrei nascondermi?”. Pasta fascista, ecco i commenti più esilaranti

“Ci scusiamo per il riferimento riguardante il formato di pasta ‘Abissine rigate’ che ha rievocato in maniera inaccettabile una pagina drammatica della storia”. Così la dirigenza del noto pastificio la Molisana circa i nomi “troppo fascisti” di certe tipologie di lavorazioni.

Sotto accusa del politicamente corretto difatti sono finite Bengasine e Tripoline che, assieme alla Abissine, sono state accusate di rievocare il colonialismo fascista.

Ma spuntano altri marchi. Oltre alla Molisana pare che sono più di una decina i pastifici italiani che adoperano i suddetti nomi. Come s’evince da una veloce ricerca sul web, anche la Coop, la Divella, la Pasta Rummo, la Buitoni e molti altri marchi grandi e piccoli producono i tripolini.

Nel frattempo, i social offrono spunti di intrattenimento: “Togliamo pure i due mondiali di calcio vinti sotto al fascismo?” scrive Sirolinic sotto alla pagina di TGCOM 24. “Ma cosa sta succedendo? Mi sa che le onde elettromagnetiche che avvolgono il globo non abbiano effetti devastanti soltanto per i cetacei” sottolinea Cave Canem. Pensieroso circa la sua dieta invece è NIC$3R: “Ma quindi? Le farfalle coi piselli sono sessisti?”.

Ma l’oscar del commento più esilarante va a tal BEARXYZ: “Mi chiamo Benito: cosa dovrei fare? nascondermi?”