Plastic free: Amazon, potrebbe imballare la Terra ben 500 volte. Occorre alternativa

Amazon, la celebre azienda di commercio economico statunitense con sede a Seattle e di proprietà del miliardario Jeff Bezos è stata tra le realtà che hanno contribuito a cambiare in maniera significativa il nostro approccio al quotidiano, permettendoci di reperire prodotti con comodità, direttamente a casa nostra. A porta di clic, per intenderci.

Ma non è oro tutto quel che luccica. Un recente studio di Science dimostra come i famosi imballaggi dei pacchi siano tra i rifiuti più inquinante del pianeta. Amazon ne produrrebbe persino ben 200mila tonnellate all’anno. Nel solo 2019, il celebre marchio sarebbe stato tra i primi posti non solo per i servizi di spedizione ma anche per i danni all’ecosistema.

Da alcune analisi riportate da portale greenMe parrebbe persino che i soli imballaggi con le bollicine di Bezos del 2019 sarebbero sufficienti a coprire il pianeta Terra ben 500 volte. Un dato che fa riflettere, e non poco, sulla necessità di soluzioni alternative, meno inquinanti, soprattutto meno lesive dell’ecosistema di cui facciamo parte.