Quel vizietto del contrabbando che danneggia la salute. Cosmetici e mascherine del Napoli pure ai bambini

foto copertina: www.anteprima24.it

Napoli – Maxi sequestro a Portici. Le sirene dalla Guardia di Finanza hanno dato il buongiorno a un negoziante napoletano, trentaseienne, reo di vendere merce contraffatta.


Trattavasi di mascherine non a norma con tanti di loghi Walt Disney e persino cosmetici, venduti da chissà quanto.
Le autorità rammentano di controllare le etichette, al fine di evitare l’uso di prodotti che potrebbero avere effetti spiacevoli sulla pelle.


Non è il primo caso. Nel giorno della Epifania circolava un video dei colleghi di FanPage in cui dei negozianti vendevano prodotti dolciari a metà prezzo. La truffa? Come sostenuto stesso dal venditore, la data. 
Era difatti merce scaduta, i cui effetti dannosi sull’organismo non sembrano fermare i truffatori, vendendole per lo più ai bambini.