“Signora, lei è proprio una p*****a”. Garibaldi e quel matrimonio super breve

Era il 24 dicembre 1860 quando Giuseppe Garibaldi prese in moglie Giuseppina Raimondi.

Il matrimonio durò poche ore poiché, al termine della cerimonia, ignoti inviarono una lettera all’eroe dei due mondi in cui si spifferava un tradimento della neosposa.

Confermato dalla diretta interessata, Garibaldi si rivolse a costei con un nitido “Signora, lei è proprio una puttana!”.