“Sii sempre obbediente al Maestro Venerabile”. Massoni violano il DPCM per eleggere il direttivo

Cosenza – Secondo quanto riportato dalla testata calabrese LC news24, gli uomini della Guardia di Finanza del capoluogo calabrese hanno scoperto ben diciassette uomini riunitisi in un locale appartato sebbene le apposite disposizioni normative in materia di coronavirus.

La curiosità tuttavia è che trattavasi di massoni d’una non specificata obbedienza. Costoro, in barba agli obblighi del DPCM del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, hanno preferito comunque riunirsi in quanto dovevano procedere alla elezione nel nuovo organo direttivo.

Per nove di loro sono scattate anche le apposite denunzie previste nei casi in cui ci si sposta oltre i confini comunali.

E va bene che la massoneria abbia scritto la storia d’Italia, ma stavolta rischiare il contagio per eleggere il direttivo è apparso un tantino esagerato.