Donaci e ti sarà dato

“Belisario chiede l’elemosina” – Jacques-Louis David, 1781

Se il progetto ti è piaciuto e vorresti aiutarci a migliorarlo, caccia li sordi! Senza soldi, non si cantano messe.

Ecco tre validi motivi per donare a Il Piantagrane Magazine:

  1. la questua, in ambito religioso, è molto in voga e implica la sussistenza di un corrispettivo rapporto sinallagmatico di pari do ut des: e da ‘sto punto di vista mi pare che gli articoli ti piacciano;
  2. in ebraico, la parola “carità” è sinonimo di “giustizia”: e gli ebrei restano il popolo eletto, che dir si voglia;
  3. nel buddismo, la donazione è la dimostrazione del distaccamento dalla bramosia materiale e l’avvicinamento alla percezione degli dèi, e non credo tu voglia rischiare di non godere della Luce dell’Empireo mo’ che trapassi.

Ci sarebbe anche un quarto motivo. Un magazine non è soltanto frutto di passione; serve lavoro, impegno quotidiano e particolare dedizione, soprattutto per fornire al lettore un servizio eccellente come quello de Il Piantagrane Magazine.

Qui a ilpiantagrane.com siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l’economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.

Pigia qui sotto: