Tanti auguri a Giorgia Meloni. Ecco una breve cronistoria del leader di Fdi, forte del suo 17%

Nata a Roma il 15 gennaio 1977. Padre cagliaritano, madre messinese, a tre anni si trasferirà nel quartiere Garbatella.

Conseguirà il diploma di Liceo Scientifico e diverrà, nel 2006, giornalista. Da sempre appassionata di politica muoverà i suoi primi passi a soli 15 anni nel Fronte della Gioventù, la celebre organizzazione giovanile del Movimento Sociale Italiano.

Nel 1996 diviene responsabile di Azione Studentesca, il movimento studentesco riconducibile ad Alleanza Nazionale. A soli 31 anni diviene Ministro della Gioventù nel quarto governo Berlusconi, senza lasciare il coordinamento di Azione Studentesca.

Dal 2009 passa tra le schiere del Popolo delle Libertà, salvo poi lasciarlo dopo la scelta di Silvio Berlusconi di non procedere alle primarie.

Fonda Fratelli d’Italia, alleandosi col centrodestra, assieme a La Russa, Crosetto e a tutti gli insoddisfatti di quello che da molti venne considerato il tradimento finiano.

Il partito registra negli anni un andamento crescente lineare, assestandosi subito sul 4%. Cruciali saranno gli anni che vanno dal 2019 in poi, con Fratelli d’Italia che, secondo molti sondaggi, a gennaio 2021, sarebbe addirittura oltre il 17%, rappresentando così la terza forza politica del Paese dopo la Lega di Matteo Salvini e il Partito Democratico di Luca Zingaretti.

Nota soprattutto per la fierezza caratteriale, non ha mai mutato le sue posizioni politiche: contraria ai matrimoni degli omosessuali, contraria alle adozioni omosessuali, fermamente contraria al divorzio breve, alla legalizzazione della cannabis, e allo ius soli, si contraddistinguerà, dal 2018 in poi, per la lotta alla immigrazione clandestina assieme al leader del Carroccio Salvini.

Il Piantagrane Magazine© è un progetto editoriale d'opinionismo generalista che disserta su ciò che vi pare e piace con un unico scopo: essere zona franca del lettore contro la banalità della noia per analizzare spaccati di realtà politicamente scorretti. Se volete altro, attivatevi gli RSS delle agenzie stampa.

È concessa qualsivoglia riproduzione contenutistica previa citazione de Il Piantagrane Magazine© (www.ilpiantagrane.com).

Le foto presenti su Il Piantagrane Magazine© potrebbero esser state prese da internet e pertanto valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione scrivendo a ilpiantagranemagazine@gmail.com.

Per il resto, vivi e lascia vivere ché qua chi male vive, male muore.